PDA

Visualizza Versione Completa : Cani e medicine: come somministrarle.



TAMARA
02-12-2013, 09:44
Ho ricevuto questa mattina una interessante mail da parte della Royal Canin, che spiegava per filo e per segno come fare per non stressare e non stressarci quando dobbiamo somministrare una medicina al nostro cane. La condivido con voi, perché purtroppo, prima o poi, capita di farlo.

Ti è mai capitato di dover somministrare un farmaco al tuo Fido? Solo l'idea ti preoccupa perché non sapresti da dove cominciare?
Eppure nella vita del tuo amico a quattro zampe possono esserci diverse ragioni per aver bisogno di una medicina. Non accade solo nei casi di malattie importanti, ma anche per ragioni preventive come ad esempio per la somministrazione di antiparassitari per via orale, o in caso di allergie ai rimedi per via cutanea e qualora Fido necessiti di un farmaco in presenza di un piccolo disturbo intestinale.
Alcuni cani non mostrano resistenza all'assunzione di farmaci, altri rendono un po' complicata l'impresa. Ecco, allora, alcuni piccoli suggerimenti per fare andare giù la pillola senza stress né suo, né tuo.

La tua serenità. Avvicinare Fido cercando di non trasmettergli ansia è il primo passo antistress.

Rassicurazione. Usa il tono di voce tipico di quando state insieme in modo rilassato, usa parole o gesti che sai essere rassicuranti per lui, quelle che fanno parte del vostro vocabolario quotidiano.

Somministrare con "gusto". In commercio ci sono medicine appetibili che facilitano il compito: verifica con il tuo veterinario di fiducia se il farmaco che deve assumere Fido rientra tra quelli che soddisfano olfatto e palato.



Qualora la medicina da somministrare non rientri tra queste si può procedere in diversi modi:
"nascondere" la pastiglia o le gocce in un gustoso boccone di cibo, scegliendo per l'occasione l'alimento che Fido ama di più, invitandolo a mangiarlo come un piccolo regalo fuori programma;
nei casi, per esempio, di disturbi gastrointestinali che prevedono una dieta speciale, si può "nascondere" il farmaco direttamente nel cibo curativo; ma nel caso in cui la compressa risulti troppo amara il cane può riconoscerla e non trangugiarla.
Mai mettere le compresse nella ciotola senza controllare se vengono ingerite!
Se Fido è riluttante ad accettarla procedi in questo modo:
Scegli una postazione comoda, possibilmente sfruttando l'aiuto di un famigliare o altra persona conosciuta dal cane e che lo tenga dalle spalle e dal torace.
E' meglio se dietro al cane c'è un muro od un ostacolo per evitare che indietreggi
Con una mano, tieni la compressa tra l'indice e il pollice, con l'altra mano tieni con fermezza il muso e schiaccia (senza esagerare!) le guance contro i premolari subito dietro i canini superiori alzando lentamente tutta la testa verso l'alto - deve letteralmente puntare il naso verso il soffitto - in questo modo la mandibola automaticamente penderà verso il basso lasciando intravedere le fauci.
Con la mano che tiene la compressa forza ulteriormente l'apertura della bocca e posiziona la compressa il più in fondo possibile, alla base della lingua.
Chiudi immediatamente la bocca riposizionando l'asse della testa in posizione normale e massaggia il naso o la glottide (la parte più alta del collo) in modo da invogliarlo a deglutire.

Quando la medicina deve essere assunta a digiuno, si può anche tritare la compressa, scioglierla in acqua (o diluirci le gocce) e inserire il tutto in una siringa senza ago con la quale si potrà somministrare il farmaco direttamente nel cavo orale di Fido, appoggiando la siringa delicatamente, ma con decisione, nella parte laterale della bocca sollevando leggermente il labbro.
Rinforzo positivo. Accompagna ognuna delle azioni descritte con una gratificazione. Per esempio: coccola Fido e premialo con un gioco - o gioca con lui - ricompensalo con una passeggiata o un diversivo che sia davvero una piacevole novità.
Ricorda: ad ogni sua buona azione deve corrispondere immediatamente un premio, in modo da stabilire un rapporto di causa effetto positivo.

Furaha
02-12-2013, 09:52
Grazie dell'articolo. Io ormai ho fatto l'abitudine al somministrare pillole (mettendole in fondo al muso rivolto verso l'alto), fargli iniezioni, ma la cosa più difficile - per mia piccola esperienza - é il collirio. Penso sia la cosa più stressante di tutte. Le prime settimane di somministrazione del collirio, il cucciolo si agitava tantissimo e mi faceva sprecare tantissime gocce (ancora più stress, perché tale collirio costava duecento euro a boccetta), poi sono arrivata ad un punto di dover mettere un altro collirio otto volte al giorno nello stesso occhio. Adesso il cucciolo si agita molto meno, sta fermo ma chiude le palpebre. Al momento la cosa che odia di più é la cannulla delle gocce per le orecchie.

siria
02-12-2013, 09:59
Io metto la pillolina in un pezzetto di prosciutto cotto....suggerimento della mia veterinaria....l'articolo comunque è interessante

biri88
03-12-2013, 14:51
io uso la sotiletta...e la ingoia senza neppure masticarla così...
se le metto wuster o altro la scarta...ma la sotiletta si appiccica

anche per Greta la cosa peggiore sono le gocce per le orecchie

nipo79
03-12-2013, 17:58
con otto e trudy nei wurstel con tata e duby gliele do tipo premio,loro ingoiano a priori:-)

biri88
04-12-2013, 13:51
anche con greta le do come premio..ma le riesco a rifilare le prime 2\3 compresse poi non la frego più...sopratutto con alcuni antibiotici (credo siano proprio cattivi) che li prende solo con la sottiletta

terry55
11-12-2013, 13:50
Ciao a tutti!
grazie per aver girato la lettera della Royal...
per me è sempre stato un incubo dar le medicine ai miei cagnoloni [whew]
nonostante l'odore invitante di prosciutto o sottilette, capiscono sempre che c'è qualcosa che non va....
:(wasntme):

Lee
11-12-2013, 14:59
Per dare l antibiotico post sterilizzazione a Becks io lo riducevo in polvere e lo mettevo dentro una fetta di cotto arrotolata ;)

Inviato dal mio E310 con Tapatalk 2